Progetto Rotary – Un aiuto per la vita, dopo la vita

Descrizione del progetto
Con questo progetto in collaborazione con il Rotary Club di Montecatini Terme, si intende migliorare le condizioni di vita di alcune bambine degli orfanotrofi indiani; per far continuare il ricordo della vita dei soci del Rotary Club.

 

Fondi per il Progetto
Questo progetto viene interamente finanziato dal Rotary Club di Montecatini Terme. Per ogni bambina adottata vengono donati € 300,00 annuali.

 

Sviluppo del Progetto
Il Progetto prevede che ogni volta che un Socio del Club Rotary Marino Marini muore, venga adottata una bambina. In tale maniera la sua vita perduta proseguirà idealmente nella vita della bambina salvata. Da qui il nome del Progetto: “Un aiuto per la vita (della bambina adottata) oltre la vita (dei Soci del Club che sono deceduti).

È noto che la condizione femminile in India sia molto grave dal momento che la nascita di una bambina in una famiglia povera è assimilata ad una vera e propria sciagura. Il rischio di aborto procurato in questa occasione è molto alto.

La bambina è considerata solo come un costo perché le spese sostenute per la sua vita, per crescerla, per la dote, per istruirla ecc., sono viste solo come fonte di ulteriore impoverimento per la famiglia.      

Bambine adottate

 

IN RICORDO DI BEDI TADDEI SOZZIFANTI

Shruti è una ragazzina del 2014 che frequenta con ottimo profitto la 10° classe. È molto studiosa ma anche socievole. Sogna di diventare Medico. Suo padre guida lo scuolabus e la madre è casalinga. Le piace molto dipingere.

IN RICORDO DI MASSIMILIANO GASPERINI

Dhoppalupudi Jain è una bambina del 2014 che frequenta l’ultimo anno di scuola materna. È molto vivace e socievole e gioca volentieri con tutti. Il padre ha da poco trovato saltuario come elettricista e la madre, casalinga, ha da poco partorito un’altra bambina.

IN RICORDO DI GUGLIELMO BONACCHI

Swathasree è una bambina del 2009 che frequenta la 6°classe con ottimi risultati, impegnandosi molto nello studio. Il padre fa il muratore in modo saltuario e la madre è casalinga. Continua a frequentare con gioia le lezioni di danza.

IN RICORDO DI SANDRO GIGLI

Tejasree è una ragazza del 2002 e frequenta l’ultimo anno di scuola superiore con molto impegno. Le piace molto il computer. La situazione familiare è delicata perchè la madre è casalinga e il padre svolge saltuariamente lavori come bracciante agricolo e non guadagna abbastanza per assicurare una vita dignitosa alla famiglia.

IN RICORDO DI MASSIMILIANO TACCHI

Priti è una ragazza del 2000 e frequenta il primo anno di università, corso di Scienze Infermieristiche. Studia con molto impegno e i suoi voti sono ottimi. Suo padre è insegnante e la madre casalinga. Ha una sorella gemella, un fratello più piccolo che fa il bracciante agricolo e una sorella più grande, già sposata.

 

 

MENU